SELETTI

Souvenir Di Milano @ Piazza Affari

Piazza Affari torna ad essere protagonista nei giorni del Salone del Mobile 2015, 14/19 Aprile, […]

ViewMore

Sedia Superleggera, Giò Ponti, 1955 Prodotta da Cassina Sedia Tulip, Eero Saarinen, 1953-1958 Prodotta da […]

ViewMore

Papertrophy:

Because design is creativity!

Holger Hoffmann è il designer tedesco che ha creato i fantastici Papertrophy. Ispirati ai classici […]

ViewMore

VitoNesta:

collezione Barberia

“Da Felice” era il barbiere di famiglia. Andare da lui significa liberarsi di un sacco […]

ViewMore

OSCAR2015:

red carpet da star!

Il 22 Febbraio si è svolta l’87esima edizione della consegna degli Academy Awards, l’evento cinematografico […]

ViewMore

DrinkDesign:

Ubriacati di creatività!

Design, food e social: tre ambiti così diversi uniti però dal desiderio di esprimere la […]

ViewMore

Trasparenza:

Design & Beauty

La collezione trucco Primavera/Estate Kartell + Collistar rappresenta la ben riuscita fusione di due aziende […]

ViewMore

FERRERO:

Il genio più dolce del mondo!

Cioccolato. Attenzione, cioccolato. Questo articolo ha come argomento il cibo più paradisiaco e allo stesso […]

ViewMore

SaraBattaglia:

For bag lovers only!

Il giorno più atteso/più temuto dell’anno è arrivato! San Valentino è infatti una di quelle […]

ViewMore

TheNumber6:

Un palazzo da sogno!

Palazzo Valperga Galleani è diventato il progetto THE NUMBER SIX, realizzato dal Gruppo Building di […]

ViewMore

MSGM:

Vassillissa Capsule Collection

C’era una volta un baldo arciere che, mentre cavalcava sul suo destriero, vide una magnifica […]

ViewMore

Grammy2015:

che shock!

Lo fanno tutti e quindi perché noi non dovremmo farlo? Ebbene sì, sto parlando di […]

ViewMore

HATLAMP:

un’idea in testa

Jeeves e Wooster sono delle lampade partorite dalla brillante mente di Jake Phipps, designer che […]

ViewMore

SUPERBOWL:

il 2015 parte col botto!

Venghino signori venghino! Il circo è aperto! Ops scusate mi sono sbagliata, non era il […]

ViewMore

FPM:

ready to go!

No non si tratta di un tecnologico veicolo aerospaziale in grado di farvi tornare indietro […]

ViewMore

...More Posts...

Someone like it “hot”.

ma per me vuol dire tutt'altro...

 

Mi hanno chiesto quali siano le tre tendenze “hot” dell’autunno/inverno 2013; tre must “caldi” come le polpette che un tempo si mangiavano a casa della nonna, caldi come l’atmosfera che ti circonda quando entri nel nuovo locale “Fonderie Milanesi” o caldi come le lacrime che ti scorrono lungo il viso mentre guardi “Philomena”, film vincitore per la miglior sceneggiatura al 70° Festival di Venezia a cui abbiamo avuto modo di assistere.

 

Questi sono tre degli elementi che stanno rendendo la mia stagione autunnale speciale. Eh si davvero unica, perchè se tutti e tutte sono alla continua e disperata ricerca della linea perfetta, io sguazzo nel cibo casereccio. Prediligo quei piccoli attimi di paradiso che solo una polpetta home made può regalarti, rispetto agli innumerevoli momenti di acidità dovuti ai troppi vasetti di yogurt magro. Non sono mai stata una di quelle persone che trova conforto nel cibo, ma vi assicuro che una dose di meet ball all’italiana sono un vero toccasana nei momenti NO. Le polpette di carne sono una ricetta davvero semplice da realizzare: carne macinata insaporita da grana, uova, prezzemolo e aglio, il tutto fritto in caldo olio di semi. Davvero a prova di “dummy”.

 

 

Per chi invece volesse viziarsi un po’, consiglio questo posticino immerso in un ambente tipico della vecchia Milano e nascosto lungo un percorso che attraversa svariati cortili. Il ristorante “Fonderie Milanesi” è un rifugio per tutti coloro che non amano essere circondati costantemente dalla frenesia della città, ma che sognano la campagna e desiderano trascorrere del tempo in assoluta rilassatezza.

Qui potrete bere, mangiare ed imparare a cucinare, sempre che lo troviate -_-

 

 

Se poi, dopo polpette o ristorante che sia, avete voglia di divertirvi e commuovervi allo stesso tempo, il mio suggerimento è Philomena: un vero capolavoro della cinematografia che vi terrà incollati allo schermo. La storia nel suo essere tragico riesce a strappare grandi sorrisi e risate grazie all’incredibile cast, Judy Dench e Steve Coogan, che il regista Stephen Frears è riuscito a dirigere in maniera eccelsa. La storia parla di un’anziana signora irlandese rimasta incinta, adolescente, nel 1952 e mandata in convento dove le suore aiutavano le ragazze «perdute» a partorire e ad espiare il proprio peccato, salvo strappar poi loro i bambini per darli in adozione a famiglie facoltose prevalentemente americane. Anche a Philomena viene sottratto il piccolo Anthony e per 50 anni la donna non smetterà di cercarlo senza alcun esito. La sua vita però verrà stravolta dall’incontro con Martin Sixworth, giornalista di successo in crisi sia dal punto di vista professionale e personale  che, incuriosito dall’intricata storia dell’anziana donna, riuscirà a darvi una svolta decisiva.

 

 

In sintesi, quello che vi suggerisco per questo autunno/inverno, è di ricercare sempre il nuovo in tutto quello che fate,  di non accontentarvi mai e ricordarsi sempre che le polpette sono buone anche al sugo!

Staff 5fittingrooms.com

 

 

 

  • Mirko

    Fonderie Milanesi è un locale stupendo, soprattutto quando fanno musica live. Unica pecca è l’incredibile maleducazione delle cameriere e del barista, veramente cafoni!

  • http://diariodiunexstacanovista.blogspot.it/ siboney2046

    Sono curiossissima di vedere Philomena da quando ho visto il trailer!

  • Ilaria

    Come Siboney sono anch’io curiosissima e non vedo l’ora di vederlo.

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it/