SELETTI

Souvenir Di Milano @ Piazza Affari

Piazza Affari torna ad essere protagonista nei giorni del Salone del Mobile 2015, 14/19 Aprile, […]

ViewMore

Sedia Superleggera, Giò Ponti, 1955 Prodotta da Cassina Sedia Tulip, Eero Saarinen, 1953-1958 Prodotta da […]

ViewMore

Papertrophy:

Because design is creativity!

Holger Hoffmann è il designer tedesco che ha creato i fantastici Papertrophy. Ispirati ai classici […]

ViewMore

VitoNesta:

collezione Barberia

“Da Felice” era il barbiere di famiglia. Andare da lui significa liberarsi di un sacco […]

ViewMore

OSCAR2015:

red carpet da star!

Il 22 Febbraio si è svolta l’87esima edizione della consegna degli Academy Awards, l’evento cinematografico […]

ViewMore

DrinkDesign:

Ubriacati di creatività!

Design, food e social: tre ambiti così diversi uniti però dal desiderio di esprimere la […]

ViewMore

Trasparenza:

Design & Beauty

La collezione trucco Primavera/Estate Kartell + Collistar rappresenta la ben riuscita fusione di due aziende […]

ViewMore

FERRERO:

Il genio più dolce del mondo!

Cioccolato. Attenzione, cioccolato. Questo articolo ha come argomento il cibo più paradisiaco e allo stesso […]

ViewMore

SaraBattaglia:

For bag lovers only!

Il giorno più atteso/più temuto dell’anno è arrivato! San Valentino è infatti una di quelle […]

ViewMore

TheNumber6:

Un palazzo da sogno!

Palazzo Valperga Galleani è diventato il progetto THE NUMBER SIX, realizzato dal Gruppo Building di […]

ViewMore

MSGM:

Vassillissa Capsule Collection

C’era una volta un baldo arciere che, mentre cavalcava sul suo destriero, vide una magnifica […]

ViewMore

Grammy2015:

che shock!

Lo fanno tutti e quindi perché noi non dovremmo farlo? Ebbene sì, sto parlando di […]

ViewMore

HATLAMP:

un’idea in testa

Jeeves e Wooster sono delle lampade partorite dalla brillante mente di Jake Phipps, designer che […]

ViewMore

SUPERBOWL:

il 2015 parte col botto!

Venghino signori venghino! Il circo è aperto! Ops scusate mi sono sbagliata, non era il […]

ViewMore

FPM:

ready to go!

No non si tratta di un tecnologico veicolo aerospaziale in grado di farvi tornare indietro […]

ViewMore

...More Posts...

WonderAlice Nel Paese Delle “MERAVIGLIE”: L’ Australia

Carissime, il mio epiteto non mente mai! Non appagata dal periodo invernale in casa, ho deciso di volare verso l’Australia: e stavolta non solo con la fantasia! Vi sto scrivendo dalla scrivania della mia stanza dell’albergo di Sydney, dove ho appena festeggiato un non-compleanno a base di té e biscotti. Qui sono le ore 6.20 di mattina, da voi le 20.20. Questo fuso non mi fa capire nulla, meno male che è anche arrivato il nostro consueto problema mensile così siamo tutti!

Da quando gli Inglesi solcarono le acque per arrivare in questo posto affanculandia, sono cambiate molte cose che adesso vi racconto:

  1. Australiani biondi con gli occhi azzurri? Probabilmente sono tutti morti…qua ce sta ‘na massa de cinesi e giapponesi senza fine…c’hanno negozi e qualsiasi tipo di attività commerciale e vendono persino i souvenirs…ovviamente tra loro parlano la loro lingua e con te un inglese improbabile…’sti mandorlati!
  2. A proposito di lingua inglese, ognuno parla il suo, per cui non sperate di venire qui ad impararlo…ci sono parole probabilmente importate dal giapponese o dal cinese che non si capisce niente, per non parlare della “r” che diventa “l” e tutte le defezioni delle lingue orientali che parlano un idioma straniero.
  3. Lo sapete che cosa dicono nei negozi invece di CAN I HELP YOU? Dicono (tradotto ovviamente) “Sei felice anche solo di guardare?”…perchè, in realtà, non hanno voglia di fare nulla. I negozi di lusso aprono a mezzogiorno, gli altri alle 9 e alle 17.30 sono chiusi. I cinema hanno sale speciali: da 30, 50, 100, 400 posti. Se capitate in quella da cento pagate un milione di dollari perchè i posti sono comodissimi e si può stare seduti in coppia senza bracciolo che divide con tavolinetto incluso e champagne offerto dalla casa.
  4. Il tempo è incerto: in un giorno si manifestano dal cielo tutte e 4 le stagioni…prima 40 gradi e mi ustiono, poi vento, poi pioggia, poi acquazzone…ed ovviamente, se come me, provi a passeggiare con felpa e giacca impermeabile ti guardano come se fossi un’aliena.
  5. Ieri finalmente ho visto il primo koala live della mia vita e mi sono innamorata…bellissimo! Ho potuto ammirare anche dei canguri…che ovviamente sono dei MOSTRI e secondo me pure ermafroditi…ho le foto di una scena in cui un canguro vuole “approcciare” con un altro e quell’altro gli mena le zampe come fosse un essere umano che lo vuole allontanare…un pò come succede da noi insomma ;)
  6. Vi avviso che il mio itinerario è cambiato: se avessi prenotato per il nord e per la barriera corallina, mi sarei trovata in mezzo ad un’alluvione di proporzioni cosmiche, mai accaduta in Australia. Non so se lo dicono al telegiornale in Italia…quindi cambio in corsa…anzi in pullman, visto che le città tra loro distano 14 ore di autobus!
  7. I pelosissimi stivali fashion UGG non sono australiani: quelli che compriamo in Italia sono americani. Qua hanno tutte imitazioni con topo morto dentro…scandalosi! Non si possono vedere!

Ora vi saluto mentre vado a buttare nel cestino i costumi da bagno che mi sono portata pensando di venire a fare una vacanza al mare…credo proprio che comprerò un bel paio di UGG…almeno faccio una scelta di campo…decido di fare una vacanza in montagna!
Un bacio grande…Vi abbraccio forte…

WonderAlice

[nggallery id=55]

  • http://torinostyleblog@gmail.com giulia

    Ho sempre desiderato fare un viaggio in Australia!