SELETTI

Souvenir Di Milano @ Piazza Affari

Piazza Affari torna ad essere protagonista nei giorni del Salone del Mobile 2015, 14/19 Aprile, […]

ViewMore

Sedia Superleggera, Giò Ponti, 1955 Prodotta da Cassina Sedia Tulip, Eero Saarinen, 1953-1958 Prodotta da […]

ViewMore

Papertrophy:

Because design is creativity!

Holger Hoffmann è il designer tedesco che ha creato i fantastici Papertrophy. Ispirati ai classici […]

ViewMore

VitoNesta:

collezione Barberia

“Da Felice” era il barbiere di famiglia. Andare da lui significa liberarsi di un sacco […]

ViewMore

OSCAR2015:

red carpet da star!

Il 22 Febbraio si è svolta l’87esima edizione della consegna degli Academy Awards, l’evento cinematografico […]

ViewMore

DrinkDesign:

Ubriacati di creatività!

Design, food e social: tre ambiti così diversi uniti però dal desiderio di esprimere la […]

ViewMore

Trasparenza:

Design & Beauty

La collezione trucco Primavera/Estate Kartell + Collistar rappresenta la ben riuscita fusione di due aziende […]

ViewMore

FERRERO:

Il genio più dolce del mondo!

Cioccolato. Attenzione, cioccolato. Questo articolo ha come argomento il cibo più paradisiaco e allo stesso […]

ViewMore

SaraBattaglia:

For bag lovers only!

Il giorno più atteso/più temuto dell’anno è arrivato! San Valentino è infatti una di quelle […]

ViewMore

TheNumber6:

Un palazzo da sogno!

Palazzo Valperga Galleani è diventato il progetto THE NUMBER SIX, realizzato dal Gruppo Building di […]

ViewMore

MSGM:

Vassillissa Capsule Collection

C’era una volta un baldo arciere che, mentre cavalcava sul suo destriero, vide una magnifica […]

ViewMore

Grammy2015:

che shock!

Lo fanno tutti e quindi perché noi non dovremmo farlo? Ebbene sì, sto parlando di […]

ViewMore

HATLAMP:

un’idea in testa

Jeeves e Wooster sono delle lampade partorite dalla brillante mente di Jake Phipps, designer che […]

ViewMore

SUPERBOWL:

il 2015 parte col botto!

Venghino signori venghino! Il circo è aperto! Ops scusate mi sono sbagliata, non era il […]

ViewMore

FPM:

ready to go!

No non si tratta di un tecnologico veicolo aerospaziale in grado di farvi tornare indietro […]

ViewMore

...More Posts...

Gorgoni ed orsacchiotti. La coppia va in vacanza.

E’ tempo di feste ed anche di vacanzieri in cerca della meta perfetta!

Perciò, come è capitato a me, vi sarete imbattuti in comitive chiassose, italiani all’estero che comperano i gadgets più orribili sulla piazza, applausometri improvvisati al momento dell’atterraggio del vostro delizioso charter (e a proposito di questo: vorrei ricordarvi che il pilota sta facendo il suo lavoro e l’unica alternativa ad un atterraggio corretto è il disastro aereo. Perciò, da oggi, niente applausi e per favore spegnete le suonerie NOKIA fino all’arrivo della scaletta!!).

Inoltre, in ogni viaggio, c’è sempre almeno una coppia che mi ispira una pena immensa, in ogni fase della vacanza.

LUI di solito ha uno sguardo perso nel vuoto, semi rassegnato, ciondolante.

LEI è più organizzata di un Kapò in rassegna al comando militare di Berlino est.

Praticamente il sotto testo della vacanza è : “tu di questo posto non sai una mazza, quindi , AMORE, ci pensa la sottoscritta ad organizzare il viaggio”.

Ed è così fin dalla scelta della mèta :

“che dici, AMORE? Venezuela (merda), Brasile (rapine) o la bella Londra? (shopping shopping shopping!!!!!)”.

E lui, secondo voi, che cosa risponderà? Con ancora negli occhi gli inconfondibili tratti della celeberrima ragazza di Ipanema, si incamminerà mesto verso il volo low cost che LEI ha scelto in partenza alle cinque meno sette di mattina da Bergamo a gennaio.

Praticamente un suicidio collettivo di massa con nevicata come bonus.

Da lì, per l’orsacchiottone è finita. LEI ha la mappa, LEI ha la tabella di marcia e LEI sceglierà anche il menù di ogni singolo pasto, criticando tutto, dove può.

Ma siccome l’insoddisfazione latente di questa donna con portachiavi umano  al seguito è ormai manifesta, troverà anche il modo di scaricare su di LUI la colpa, di qualunque cosa.

“Hai visto? Nevica! Te l’avevo detto!!”.

E LUI dirà, quasi a scusarsi “ma cara, non poi così tanto…”.

“Io muoio di freddo!”

E lui “Beh certo in Brasile magari faceva più caldo…”

Addio, orsacchiottone, hai firmato la tua condanna a morte.

Ma in fin dei conti, caro il mio remissivo amico, se giri per il mondo con un’arpia evidentemente una parte di te lo ha meritato. E probabilmente una ragazza assai più dolce e carina, che tu hai a suo tempo schifato perché indegna di un omaccione come te, in questo momento sta facendo un brindisi alla tua, con le sue amiche,  sulla spiaggia di Rio.

Parabens tesoriniiii!!!

Penelopebix