SELETTI

Souvenir Di Milano @ Piazza Affari

Piazza Affari torna ad essere protagonista nei giorni del Salone del Mobile 2015, 14/19 Aprile, […]

ViewMore

Sedia Superleggera, Giò Ponti, 1955 Prodotta da Cassina Sedia Tulip, Eero Saarinen, 1953-1958 Prodotta da […]

ViewMore

Papertrophy:

Because design is creativity!

Holger Hoffmann è il designer tedesco che ha creato i fantastici Papertrophy. Ispirati ai classici […]

ViewMore

VitoNesta:

collezione Barberia

“Da Felice” era il barbiere di famiglia. Andare da lui significa liberarsi di un sacco […]

ViewMore

OSCAR2015:

red carpet da star!

Il 22 Febbraio si è svolta l’87esima edizione della consegna degli Academy Awards, l’evento cinematografico […]

ViewMore

DrinkDesign:

Ubriacati di creatività!

Design, food e social: tre ambiti così diversi uniti però dal desiderio di esprimere la […]

ViewMore

Trasparenza:

Design & Beauty

La collezione trucco Primavera/Estate Kartell + Collistar rappresenta la ben riuscita fusione di due aziende […]

ViewMore

FERRERO:

Il genio più dolce del mondo!

Cioccolato. Attenzione, cioccolato. Questo articolo ha come argomento il cibo più paradisiaco e allo stesso […]

ViewMore

SaraBattaglia:

For bag lovers only!

Il giorno più atteso/più temuto dell’anno è arrivato! San Valentino è infatti una di quelle […]

ViewMore

TheNumber6:

Un palazzo da sogno!

Palazzo Valperga Galleani è diventato il progetto THE NUMBER SIX, realizzato dal Gruppo Building di […]

ViewMore

MSGM:

Vassillissa Capsule Collection

C’era una volta un baldo arciere che, mentre cavalcava sul suo destriero, vide una magnifica […]

ViewMore

Grammy2015:

che shock!

Lo fanno tutti e quindi perché noi non dovremmo farlo? Ebbene sì, sto parlando di […]

ViewMore

HATLAMP:

un’idea in testa

Jeeves e Wooster sono delle lampade partorite dalla brillante mente di Jake Phipps, designer che […]

ViewMore

SUPERBOWL:

il 2015 parte col botto!

Venghino signori venghino! Il circo è aperto! Ops scusate mi sono sbagliata, non era il […]

ViewMore

FPM:

ready to go!

No non si tratta di un tecnologico veicolo aerospaziale in grado di farvi tornare indietro […]

ViewMore

...More Posts...

Come trasformare un gruppo di socialites in Attila flagello di Dio.

Che ti fanno riflettere su…

Pandora vi ha da poco tempo spiegato che, spesso, nei glamour parties a cui abbiamo la fortuna di partecipare, non tutti dimostrano il senso della misura in fatto di look. E a volte anche il tema della festa  è poco chiaro.

Di certo però, se c’è una cosa che accomuna tutti (dalla marchesa col cane nella Vuitton al manager appena uscito dalla riunione con i giapponesi , fino alla ragazzina imbucata che cerca di farsi largo tra sguardi scioccati) è il cibo gratis.

E, se va di lusso, anche l’open bar.

Non c’è nessuno che resista alla parola GRATIS ve lo posso assicurare. Ho visto con i miei occhi una cinquantenne super chic arraffare tre macarons allo zenzero e un cappero al formaggio caprino e ingurgitare tutto nello stesso momento.

Perché purtroppo quando non dobbiamo pagare per avere qualcosa ci va bene tutto. E ci serviamo di tutto almeno tre volte. Anche se ci fa vomitare.

Ecco mi chiedo se anche con le persone funzioni allo stesso modo. Se la nostra amicizia è già sul piatto  e non c’è da pagare nessun prezzo per averla (che si tratti di affetto in cambio, attenzioni, o addirittura  favori anche banali) rischiamo di essere ingurgitati anche noi. E non capiti. Corriamo il pericolo di passare inosservati anche quando siamo il piatto speciale del giorno.

Insomma, anche quando sembra tutto scontato, o gratuito, facciamo attenzione a ricordare a chi ci sta intorno il nostro prezzo emotivo. Non dico che dobbiamo passare per un prosciutto Patanegra di Peck (a proposito, ve lo consiglio, sarà sulla mia tavola a Natale!). Ma almeno per un bel macaron da degustare un attimo. Altrimenti, tesoro, con me soffochi. E poi muori.  ;-)

Penelopebix

  • Kogaku

    ahahahahah!! Troppo vero! W le resse chic!!