SELETTI

Souvenir Di Milano @ Piazza Affari

Piazza Affari torna ad essere protagonista nei giorni del Salone del Mobile 2015, 14/19 Aprile, […]

ViewMore

Sedia Superleggera, Giò Ponti, 1955 Prodotta da Cassina Sedia Tulip, Eero Saarinen, 1953-1958 Prodotta da […]

ViewMore

Papertrophy:

Because design is creativity!

Holger Hoffmann è il designer tedesco che ha creato i fantastici Papertrophy. Ispirati ai classici […]

ViewMore

VitoNesta:

collezione Barberia

“Da Felice” era il barbiere di famiglia. Andare da lui significa liberarsi di un sacco […]

ViewMore

OSCAR2015:

red carpet da star!

Il 22 Febbraio si è svolta l’87esima edizione della consegna degli Academy Awards, l’evento cinematografico […]

ViewMore

DrinkDesign:

Ubriacati di creatività!

Design, food e social: tre ambiti così diversi uniti però dal desiderio di esprimere la […]

ViewMore

Trasparenza:

Design & Beauty

La collezione trucco Primavera/Estate Kartell + Collistar rappresenta la ben riuscita fusione di due aziende […]

ViewMore

FERRERO:

Il genio più dolce del mondo!

Cioccolato. Attenzione, cioccolato. Questo articolo ha come argomento il cibo più paradisiaco e allo stesso […]

ViewMore

SaraBattaglia:

For bag lovers only!

Il giorno più atteso/più temuto dell’anno è arrivato! San Valentino è infatti una di quelle […]

ViewMore

TheNumber6:

Un palazzo da sogno!

Palazzo Valperga Galleani è diventato il progetto THE NUMBER SIX, realizzato dal Gruppo Building di […]

ViewMore

MSGM:

Vassillissa Capsule Collection

C’era una volta un baldo arciere che, mentre cavalcava sul suo destriero, vide una magnifica […]

ViewMore

Grammy2015:

che shock!

Lo fanno tutti e quindi perché noi non dovremmo farlo? Ebbene sì, sto parlando di […]

ViewMore

HATLAMP:

un’idea in testa

Jeeves e Wooster sono delle lampade partorite dalla brillante mente di Jake Phipps, designer che […]

ViewMore

SUPERBOWL:

il 2015 parte col botto!

Venghino signori venghino! Il circo è aperto! Ops scusate mi sono sbagliata, non era il […]

ViewMore

FPM:

ready to go!

No non si tratta di un tecnologico veicolo aerospaziale in grado di farvi tornare indietro […]

ViewMore

...More Posts...

LE “ISPIRAZIONI” DI GUCCI

La stampa americana mette in dubbio l’originalità dell’ultima collezione. Anche noi.

Suzy Menkes @ YSL retrospective

In principio era Yves Saint Laurent, il genio che osò abbinare il fuxia all’arancione.

Ed ora è il momento degli accostamenti shock da Gucci.

Sarà un caso?

La head designer di Gucci, Frida Giannini, non può che aver preso ispirazione dalla retrospettiva parigina su Yves Saint Laurent, come insinua l’arguta giornalista americana Suzy Menkes.

La penna biforcuta della Menkes sostiene inoltre che anche make up, acconciatura e calzature dell’ultima sfilata di Gucci arrivino direttamente dalle passerelle parigine.

E, aggiungiamo noi, la rielaborazione del tema safari è molto simile al lavoro di Icarius per Lancetti (p/e 2005) ed il lavoro sulle frange ricorda da vicino le collezioni di Iris van Herpen e di Jil Sander (p/e 2009).

Inoltre il top di pelle a frange di Gucci non è molto diverso dalle sperimentazioni di Prada dell’autunno-inverno 2009-2010.


E dove sta allora il merito di Frida Giannini?

Forse nel coraggio di mettere insieme tutte queste “ispirazioni” diverse tra loro senza paura di essere accusata di plagio e senza paura di snaturare il marchio Gucci.

Clicca qui per leggere l’articolo di Suzy Menkes sul New York Times

di Magic


  • http://www.misspandamonium.com Alessandra Nido

    Bhè in effetti come darle torto? E’ abbastanza palese…

  • ilaria

    la giannini potrebbe proporsi per curare l’ampliamento di collezione degli altri marchi….

  • http://www.thedollsfactory.com Dolls Factory

    Ciao cara , il tuo blog è fantastico. Io non l’avevo sentito prima anche perche sono nuova al mondo blog. Mi piace tanto come scrivi . Complimenti ti seguo su bloglovin. E’ stato un piacere conoscerti ieri . Anjeza

  • Magic

    Grazie per i commenti!
    Credo che il confine tra l’ispirazione ed il plagio sia spesso molto sottile.
    Inoltre in questo caso, dato che i capi YSL presi come riferimento da Frida Giannini risalgono agli anni ’70, si potrebbe anche parlare di “citazione storica”.
    Non urlo quindi allo scandalo, ma, come Suzy Menkes, mi limito a porre l’accento sulla scarsa originalità della collezione.
    Ritengo infatti che, nonostante tutto, si tratti di una sfilata piuttosto ben riuscita.

  • Pingback: Tweets that mention 5 Fitting Rooms - Perché io sono bionda dentro. -- Topsy.com

  • Pandora

    Ciao Anjeza, grazie mille! ho visto anch’io il tuo blog, molto molto carino:) come sei seria e professionale nel video!!! vediamoci per un aperitivo! sentiamoci via mail!

    A presto!!

  • Giacomo

    Frida Frida Frida, sei troppo presa da altro x poter creare attingendo alle tue facoltà creative o non hai il coraggio di sperimentare e portare in passerella qualcosa di nuovo?
    Il mix & match funziona, lo sappiamo, ma una direttrice artistica dovrebbe conoscere i punti di forza del brand che gestisce e sapere come innovare e rendere sempre originale le proprie collezioni.

    Nota positiva per l’articolo, era da molto che non venivano espressi commenti così schietti e oggettivamente corretti sulle collezioni, complimenti all’autore.

    Giacomo

  • Dolls Factory

    leggo adesso la tua risposta ahahah
    grazie a google che se cerco Anjeza + blog esco io perche non c’è ne sono tante in giro con lo stesso weird name ahahahahha allora ci sentiamo per un ape …ciao