SELETTI

Souvenir Di Milano @ Piazza Affari

Piazza Affari torna ad essere protagonista nei giorni del Salone del Mobile 2015, 14/19 Aprile, […]

ViewMore

Sedia Superleggera, Giò Ponti, 1955 Prodotta da Cassina Sedia Tulip, Eero Saarinen, 1953-1958 Prodotta da […]

ViewMore

Papertrophy:

Because design is creativity!

Holger Hoffmann è il designer tedesco che ha creato i fantastici Papertrophy. Ispirati ai classici […]

ViewMore

VitoNesta:

collezione Barberia

“Da Felice” era il barbiere di famiglia. Andare da lui significa liberarsi di un sacco […]

ViewMore

OSCAR2015:

red carpet da star!

Il 22 Febbraio si è svolta l’87esima edizione della consegna degli Academy Awards, l’evento cinematografico […]

ViewMore

DrinkDesign:

Ubriacati di creatività!

Design, food e social: tre ambiti così diversi uniti però dal desiderio di esprimere la […]

ViewMore

Trasparenza:

Design & Beauty

La collezione trucco Primavera/Estate Kartell + Collistar rappresenta la ben riuscita fusione di due aziende […]

ViewMore

FERRERO:

Il genio più dolce del mondo!

Cioccolato. Attenzione, cioccolato. Questo articolo ha come argomento il cibo più paradisiaco e allo stesso […]

ViewMore

SaraBattaglia:

For bag lovers only!

Il giorno più atteso/più temuto dell’anno è arrivato! San Valentino è infatti una di quelle […]

ViewMore

TheNumber6:

Un palazzo da sogno!

Palazzo Valperga Galleani è diventato il progetto THE NUMBER SIX, realizzato dal Gruppo Building di […]

ViewMore

MSGM:

Vassillissa Capsule Collection

C’era una volta un baldo arciere che, mentre cavalcava sul suo destriero, vide una magnifica […]

ViewMore

Grammy2015:

che shock!

Lo fanno tutti e quindi perché noi non dovremmo farlo? Ebbene sì, sto parlando di […]

ViewMore

HATLAMP:

un’idea in testa

Jeeves e Wooster sono delle lampade partorite dalla brillante mente di Jake Phipps, designer che […]

ViewMore

SUPERBOWL:

il 2015 parte col botto!

Venghino signori venghino! Il circo è aperto! Ops scusate mi sono sbagliata, non era il […]

ViewMore

FPM:

ready to go!

No non si tratta di un tecnologico veicolo aerospaziale in grado di farvi tornare indietro […]

ViewMore

...More Posts...

IL Bon Ton di Lullaby – In spiaggia

Beach netiquette perché quest’estate nessuno vi scambi per Ilary Blasi:

  1. Perché indossare un micro costume con un tanga che sembra filo interdentale e (quando va bene) dei triangolino microscopici se non si è più di primo pelo e il fisico non è tonico come quello di Gisele Bundchen? Credo sia una questione di rispetto verso chi ti vede: il topless non è indecoroso di per sé (anche se non è proprio sinonimo di raffinatezza e si dovrebbe portare solo da sdraiate per prendere il sole) ma appare obbrobrioso se chi lo porta ha delle Cascate del Niagara che, così facendo, sono visibili a tutti!
  2. Banditi: gioielli vistosi, trucco, profumi, tatuaggi enormi, rosari al collo (a meno che non vi siate travestite da Fabrizio Corona al femminile), tacchi, zeppe e canottiere se si ha una certa età e le braccia non sono sode: siamo in spiaggia e l’eleganza è discreta.
  3. A proposito di eleganza discreta: i vestiti devono essere di cotone o lino, comodi e sobri. Quando ci si sposta per andare al bar o al ristorante è necessario rivestirsi, fatta eccezione per i piedi che possono essere nudi. Sì a cappelli  panama di paglia e a foulard annodati in testa a mò di macrofascia (un po’ hippy) o come lo portava Jackie O. No alle bandane, supertrash!!!!
  4. Dimmi che suoneria hai e ti dirò chi sei: lasciando la suoneria del nostro cellulare accesa e conversando ad alta voce si dimostra scarsa educazione e si disturbano i vicini. L’uso della bassa voce vale anche per le conversazioni vis a vis: mai obbligare chi vuole riposarsi e dormire in santa pace a sentire i nostri discorsi quindi è bene  un tono basso e non ridere in modo sguaiato.
  5. Evitare di mangiare in spiaggia e se si fa uno spuntino porre sempre attenzione a non trasformare la spiaggia in un accampamento o in una discarica.
  6. Capitolo bambini: Sarebbe meglio cercare una spiaggia attrezzata per i più piccoli in modo tale che si possano divertire senza disturbare tutti lanciando manciate di sabbia negli occhi ai malcapitati, schizzando d’acqua gelida la povera signora che passava per caso ma non aveva intenzione di bagnarsi, facendo capricci che svegliano dal pisolino gli sfortunati vicini d’ombrellone, seguiti da urla di mamme isteriche. Inoltre (e questo purtroppo vale anche per gli adulti) perché giocare a beach volley e a racchettoni sulla strettissima spiaggia ligure????
  7. Cerchiamo di essere gentili con tutti, anche con gli ambulanti, il massimo del burino è trattarli con inferiorità.

di Lullaby

  • rosella

    capitolo bambini: bambini lo siamo stati tutti, vogliamo fare le spiaggie per i cani e ora mi dite per i bimbi??? ma siamo pazzi? La vita dovrebbe essere presa un po piu alla leggera. I bambini sono bambini e schizzano l’acqua e piangono e giocano con la sabbia. Tutte le spiaggie sono attrezzate per i bambini altrimenti dovremmo avere le spiaggi per i musulmani che stanno con il burqa , per chi viaggia in topless , per i cani , magari per i rom o chissacchi…….La tolleranza dovrebbe essere un bene distribuito meglio visto che a quanto pare non esiste piu