SELETTI

Souvenir Di Milano @ Piazza Affari

Piazza Affari torna ad essere protagonista nei giorni del Salone del Mobile 2015, 14/19 Aprile, […]

ViewMore

Sedia Superleggera, Giò Ponti, 1955 Prodotta da Cassina Sedia Tulip, Eero Saarinen, 1953-1958 Prodotta da […]

ViewMore

Papertrophy:

Because design is creativity!

Holger Hoffmann è il designer tedesco che ha creato i fantastici Papertrophy. Ispirati ai classici […]

ViewMore

VitoNesta:

collezione Barberia

“Da Felice” era il barbiere di famiglia. Andare da lui significa liberarsi di un sacco […]

ViewMore

OSCAR2015:

red carpet da star!

Il 22 Febbraio si è svolta l’87esima edizione della consegna degli Academy Awards, l’evento cinematografico […]

ViewMore

DrinkDesign:

Ubriacati di creatività!

Design, food e social: tre ambiti così diversi uniti però dal desiderio di esprimere la […]

ViewMore

Trasparenza:

Design & Beauty

La collezione trucco Primavera/Estate Kartell + Collistar rappresenta la ben riuscita fusione di due aziende […]

ViewMore

FERRERO:

Il genio più dolce del mondo!

Cioccolato. Attenzione, cioccolato. Questo articolo ha come argomento il cibo più paradisiaco e allo stesso […]

ViewMore

SaraBattaglia:

For bag lovers only!

Il giorno più atteso/più temuto dell’anno è arrivato! San Valentino è infatti una di quelle […]

ViewMore

TheNumber6:

Un palazzo da sogno!

Palazzo Valperga Galleani è diventato il progetto THE NUMBER SIX, realizzato dal Gruppo Building di […]

ViewMore

MSGM:

Vassillissa Capsule Collection

C’era una volta un baldo arciere che, mentre cavalcava sul suo destriero, vide una magnifica […]

ViewMore

Grammy2015:

che shock!

Lo fanno tutti e quindi perché noi non dovremmo farlo? Ebbene sì, sto parlando di […]

ViewMore

HATLAMP:

un’idea in testa

Jeeves e Wooster sono delle lampade partorite dalla brillante mente di Jake Phipps, designer che […]

ViewMore

SUPERBOWL:

il 2015 parte col botto!

Venghino signori venghino! Il circo è aperto! Ops scusate mi sono sbagliata, non era il […]

ViewMore

FPM:

ready to go!

No non si tratta di un tecnologico veicolo aerospaziale in grado di farvi tornare indietro […]

ViewMore

...More Posts...

Il Bon Ton di Lullaby – A tavola.


Cenare ad un ristorante superelegante, magari in riva al mare, adagiate su comode poltrone che ti abbracciano, il viso appena illuminato dalle luci soffuse di candele, romantica  musica in sottofondo, servite e coccolate da camerieri discreti e professionali… vi immaginate qualcosa che possa rovinare questo momento????? Beh, avere dirimpettai che masticano con le fauci spalancate o trattano di argomenti completamente fuori luogo e imbarazzanti con la grazia di pescivendoli potrebbe essere una buona ragione perché lo champagne vada di traverso.

E’ convinzione comune (a mio avviso, assennata) che si riconosca una persona educata da come si comporta a tavola, per tale motivo ho deciso di aprire questa rubrica con il capitolo Bon Ton a tavola. Il mio non sarà un galateo come quello che il Monsignor Della Casa aveva composto nel 1551 tanto rigido da imporre di  temperare e ordinare i tuoi modi non secondo il tuo arbitrio ma secondo il piacere di coloro co’ quali tu usi. Io mi propongo solo di ricordare delle regole semplici e basilari che talvolta tendiamo a dimenticare quali:

  1. Mai augurare Buon Appetito o intonare un coro di Cin Cin: nel caso volessimo brindare avviciniamo i bicchieri senza che questi si tocchino e guardiamo negli gli altri commensali. Durante i pranzi privati con pochi ospiti è possibile rimanere seduti, in quelli pubblici è d’obbligo alzarsi. Non è escluso nessuno dal brindisi, gli astemi possono semplicemente sfiorare il bicchiere con le labbra;
  2. Mai iniziare a mangiare prima che tutti siano stati serviti e che la padrona di  casa sia a tavola;
  3. Usare le posate partendo dalle più esterne…più facile di così!
  4. Non imporre la propria presenza costante monopolizzando l’attenzione o, ancora peggio, ammorbando il vicino con discorsi che molto probabilmente non interessano, non ridere in modo sguaiato o parlare con un tono di voce troppo alto;
  5. Per soffiarsi il naso e per fumare sarebbe meglio allontanarsi dal tavolo;
  6. Mangiare tutto a meno che non ci siano gravi ragioni (intolleranze o allergie): se qualcuno ha cucinato non è contento di vedere degli schizzinosi al proprio tavolo, al contrario è di grande soddisfazione sapere che gli ospiti hanno gradito;
  7. I rumori non sono graditi,qualunque genere di rumore si tratti;
  8. Nonostante sia scontato: spegnere il cellulare, evitare i gomiti sul tavolo, non scambiare la sala da pranzo per una toeletta rifacendosi il trucco o dandosi una sistemata ai capelli e mai chiedere(o ancor peggio utilizzare) stuzzicadenti.

Soprattutto, mi raccomando, non seguite i consigli di Chicco D’Oliva!!! qui di seguito…

di Lullaby