SELETTI

Souvenir Di Milano @ Piazza Affari

Piazza Affari torna ad essere protagonista nei giorni del Salone del Mobile 2015, 14/19 Aprile, […]

ViewMore

Sedia Superleggera, Giò Ponti, 1955 Prodotta da Cassina Sedia Tulip, Eero Saarinen, 1953-1958 Prodotta da […]

ViewMore

Papertrophy:

Because design is creativity!

Holger Hoffmann è il designer tedesco che ha creato i fantastici Papertrophy. Ispirati ai classici […]

ViewMore

VitoNesta:

collezione Barberia

“Da Felice” era il barbiere di famiglia. Andare da lui significa liberarsi di un sacco […]

ViewMore

OSCAR2015:

red carpet da star!

Il 22 Febbraio si è svolta l’87esima edizione della consegna degli Academy Awards, l’evento cinematografico […]

ViewMore

DrinkDesign:

Ubriacati di creatività!

Design, food e social: tre ambiti così diversi uniti però dal desiderio di esprimere la […]

ViewMore

Trasparenza:

Design & Beauty

La collezione trucco Primavera/Estate Kartell + Collistar rappresenta la ben riuscita fusione di due aziende […]

ViewMore

FERRERO:

Il genio più dolce del mondo!

Cioccolato. Attenzione, cioccolato. Questo articolo ha come argomento il cibo più paradisiaco e allo stesso […]

ViewMore

SaraBattaglia:

For bag lovers only!

Il giorno più atteso/più temuto dell’anno è arrivato! San Valentino è infatti una di quelle […]

ViewMore

TheNumber6:

Un palazzo da sogno!

Palazzo Valperga Galleani è diventato il progetto THE NUMBER SIX, realizzato dal Gruppo Building di […]

ViewMore

MSGM:

Vassillissa Capsule Collection

C’era una volta un baldo arciere che, mentre cavalcava sul suo destriero, vide una magnifica […]

ViewMore

Grammy2015:

che shock!

Lo fanno tutti e quindi perché noi non dovremmo farlo? Ebbene sì, sto parlando di […]

ViewMore

HATLAMP:

un’idea in testa

Jeeves e Wooster sono delle lampade partorite dalla brillante mente di Jake Phipps, designer che […]

ViewMore

SUPERBOWL:

il 2015 parte col botto!

Venghino signori venghino! Il circo è aperto! Ops scusate mi sono sbagliata, non era il […]

ViewMore

FPM:

ready to go!

No non si tratta di un tecnologico veicolo aerospaziale in grado di farvi tornare indietro […]

ViewMore

...More Posts...

Lo sposo cadavere.

Tempo fa ho letto sulla rivista “Wired” un articolo riguardante la storia di una signora che, in un paesino dell’est della Francia, aveva sposato un uomo.

Fin qui tutto normale…va bene che i matrimoni stanno diventando sempre meno, ma ciò non vuol dire che le persone abbiano smesso di sposarsi!

La cosa strana, però, è che questo signore risultava morto in un incidente avvenuto anni prima!?!  Dunque, per poter celebrare questo matrimonio, bisognava dimostrare che i due “promessi sposi” avessero un conto in comune e convivessero già da alcuni anni.

Grazie a documenti, fotografie, lettere, testimonianze e giuramenti noi siamo in grado di dimostrare che una cosa è esistita veramente…giusto? Quindi le scommesse, le feste, le promesse, i fidanzamenti e addirittura il matrimonio esistono perchè noi siamo consapevoli della loro esistenza, quindi ce ne dovremmo anche ricordare…

Ma cosa succede quando nei rapporti a due, uno è convinto di essere innamorato e l’altro no?

Mi è capitato spesso di assistere a scene in cui il “cialtrone” di turno ti dedica mille attenzioni, organizza viaggi, ti fa regali, promesse e allude sempre alla vostra vita futura insieme. Può persino succedere che ti porti a conoscere i suoi genitori, per dimostrare loro che anche lui può conquistare una ragazza bella e intelligente…poveretto.

Tu ti illudi che sia innamorato e che potreste cominciare a costruire qualcosa insieme e poi alla fine si rompe tutto, come una bolla di sapone, all’improvviso, quando meno te lo aspetti, tutto cambia senza motivo. Di solito è il classico esempio di uomo di cui ci si innamora perdutamente e per cui si piangono milioni di lacrime e anche quelle della riserva.

Ma i documenti dei viaggi, le lettere, le foto insieme, i regali, le e-mail, fino a che punto possono dimostrare che la relazione in cui credevi è esistita veramente e che la persona in questione era veramente innamorata?

Per la legge basta qualche pezzo di carta per dimostrare il legame tra due soggetti, ma personalmente credo che bisognerebbe trovare un modo per dimostrare quello che c’è veramente dentro l’anima di queste persone.

Con i documenti riesci a far resuscitare i morti e a farli sposare, ma sicuramente non riuscirai mai a capire se quella persona ti ha amato veramente.

xoxo

fonte immagine: “La sposa cadavere” di Tim Burton
fonte storia: “Wired”