SELETTI

Souvenir Di Milano @ Piazza Affari

Piazza Affari torna ad essere protagonista nei giorni del Salone del Mobile 2015, 14/19 Aprile, […]

ViewMore

Sedia Superleggera, Giò Ponti, 1955 Prodotta da Cassina Sedia Tulip, Eero Saarinen, 1953-1958 Prodotta da […]

ViewMore

Papertrophy:

Because design is creativity!

Holger Hoffmann è il designer tedesco che ha creato i fantastici Papertrophy. Ispirati ai classici […]

ViewMore

VitoNesta:

collezione Barberia

“Da Felice” era il barbiere di famiglia. Andare da lui significa liberarsi di un sacco […]

ViewMore

OSCAR2015:

red carpet da star!

Il 22 Febbraio si è svolta l’87esima edizione della consegna degli Academy Awards, l’evento cinematografico […]

ViewMore

DrinkDesign:

Ubriacati di creatività!

Design, food e social: tre ambiti così diversi uniti però dal desiderio di esprimere la […]

ViewMore

Trasparenza:

Design & Beauty

La collezione trucco Primavera/Estate Kartell + Collistar rappresenta la ben riuscita fusione di due aziende […]

ViewMore

FERRERO:

Il genio più dolce del mondo!

Cioccolato. Attenzione, cioccolato. Questo articolo ha come argomento il cibo più paradisiaco e allo stesso […]

ViewMore

SaraBattaglia:

For bag lovers only!

Il giorno più atteso/più temuto dell’anno è arrivato! San Valentino è infatti una di quelle […]

ViewMore

TheNumber6:

Un palazzo da sogno!

Palazzo Valperga Galleani è diventato il progetto THE NUMBER SIX, realizzato dal Gruppo Building di […]

ViewMore

MSGM:

Vassillissa Capsule Collection

C’era una volta un baldo arciere che, mentre cavalcava sul suo destriero, vide una magnifica […]

ViewMore

Grammy2015:

che shock!

Lo fanno tutti e quindi perché noi non dovremmo farlo? Ebbene sì, sto parlando di […]

ViewMore

HATLAMP:

un’idea in testa

Jeeves e Wooster sono delle lampade partorite dalla brillante mente di Jake Phipps, designer che […]

ViewMore

SUPERBOWL:

il 2015 parte col botto!

Venghino signori venghino! Il circo è aperto! Ops scusate mi sono sbagliata, non era il […]

ViewMore

FPM:

ready to go!

No non si tratta di un tecnologico veicolo aerospaziale in grado di farvi tornare indietro […]

ViewMore

...More Posts...

Giambattista Valli. — GBV

Gusto, Bellezza e Voluttà.

GBV

Per chi non ha ancora avuto il piacere di conoscerne il genio e l’arte o per chi, disgraziatamente, non ne aveva mai udito il nome, Giambattista Valli è uno dei designer emergenti del momento.

G.B.V. sta per Giambattista Valli ma, volendo, anche per Gusto Bellezza e Voluttà, poiché infatti la sua donna potrebbe essere riassunta in questi tre aggettivi.

Andiamo con ordine. Giambattista Valli nasce a Roma nel 1966, in via del Governo Vecchio. Passa a Roma tutta la sua giovinezza ed è proprio nell’Urbe che si forma come Designer lavorando prima per Capucci, poi per Krizia, poi per le sorelle Fendi (per cui seguirà la linea Fendissime) e infine, nel 1997, per Emanuel Ungaro. E’ dovuto a Ungaro il suo trasferimento a Parigi di cui si innamora pazzamente. Conclusasi dopo qualche anno questa collaborazione riesce nel 2005, dopo tanti sforzi, ad aprire la sua linea e a calcare le passerelle della Ville Lumière riscuotendo un inaspettato successo.

Nel 2006 Anna Wintour lo annovera tra i primi cinque migliori stilisti dell’anno (gli altri erano Stefano Pilati, Karl Lagerfeld, Miuccia Prada e Alber Elbaz, intendiamoci…) e da quel momento le sue creazioni riscuotono successo sia tra gli addetti ai lavori sia tra le star più glamourous.

Chi volesse acquistare un abito di Valli non si illuda di dover andare a Parigi per farlo! Si può comprare GBV in moltissimi negozi Multibrand di lusso in tutto il Mondo e ovviamente anche qui in Italia.

Per saperne e vederne di più, consiglio vivamente di visitare il suo sito www.giambattistavalli.com, in cui,oltre alle varie ed estasianti collezioni, alla biografia e a tutto ciò che solitamente si trova all’interno del sito di un designer di moda, vi è anche una sezione intitolata “RED CARPET”, in cui sono presenti tutte le foto delle star che hanno indossato un abito GBV per qualunque genere di premiazione o evento. Ne rimarrete stupiti.

Dico la mia: La donna GBV è di una classe disarmante, sofisticatissima ma mai appariscente, severa seppur sensuale e romantica senza essere nostalgica. Le creazioni di Valli hanno delle linee tendenzialmente classiche, “scosse” però da un elemento (una maxi ruche per esempio) o da un materiale (piume di plastica). Questo arricchisce la tradizionalità dell’idea di una modernità unica, mai stucchevole e sempre estremamente di gran gusto, il tutto stupendamente realizzato con una “sartorialità” di altissimo livello. Ritengo le collezioni (mi riferisco soprattutto alle ultime due) forti sia negli outfit “da giorno” che in quelli di ispirazione “haute”.

Non è facile spiegare la donna Valli.

E’ facilissimo invece innamorarsene.

Parola di JeanJacques.

[nggallery id=17]


  • dayana

    Adoro le ROUGE di valli!